Conto Energia Termico

Conto Energia Termico valido per chi toglie una caldaia a legna, pellet o gasolio ed installa una nuova caldaia a legna, pellet o cippato ad alto rendimento. Anche per impianti con solare termico Con la pubblicazione del DM 28/12/12, il c.d. decreto Conto Termico, si di attuazione al regime di sostegno introdotto dal decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 per líincentivazione di interventi di piccole dimensioni per líincremento dellíefficienza energetica e per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili. Il Gestore dei Servizi Energetici n. GSE S.p.A. E' il soggetto responsabile dellíattuazione e della gestione del meccanismo, inclusa l'erogazione degli incentivi ai soggetti beneficiari. Gli interventi incentivabili si riferiscono sia all'efficientamento dell'involucro di edifici esistenti (coibentazione pareti e coperture, sostituzione serramenti e installazione schermature solari) sia alla sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a pi˘ alta efficienza (caldaie a condensazione) sia alla sostituzione o, in alcuni casi, alla nuova installazione di impianti alimentati a fonti rinnovabili (pompe di calore, caldaie, stufe e camini a biomassa, impianti solari termici anche abbinati a tecnologia solar cooling per la produzione di freddo). Il nuovo decreto introduce anche incentivi specifici per la Diagnosi Energetica e la Certificazione Energetica, se abbinate, a certe condizioni, agli interventi sopra citati.

"L'incentivo è stato individuato sulla base della tipologia di intervento in funzione dell'incremento dell'efficienza energetica conseguibile con il miglioramento delle prestazioni energetiche dell'immobile e/o in funzione dellíenergia producibile con gli impianti alimentati a fonti rinnovabili."

L'incentivo è un contributo alle spese sostenute e sarà erogato in rate annuali per una durata variabile (fra 2 e 5 anni) in funzione degli interventi realizzati Consulenza Su richiesta, si effettuano sopralluoghi in loco, per stabilire, insieme con il cliente, la soluzione per lui ottimale, per risparmiare nella gestione del riscaldamento, per avere un miglior comfort e massima affidabilità. Non ultimo, stabilire a quale incentivo mirare.

FattibilitĂ 
Gli impianti a biomassa legnosa hanno bisogno di spazi, vedere dove posizionare gli accumuli termici che hanno dimensioni ragguardevoli, devono poterci stare, passare dalle porte, i silos del pellet o del cippato vanno considerati con attenzione, il solare termico va posizionato sulle falde favorevoli. Occorre quindi una valutazione della fattibilitĂ 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.